top of page
icon Star blue.png

Il blog di Isabella Puddu

Pensieri di un coach

Una caccia al tesoro: alla ricerca dei Glimmers – le piccole gioie

Shiri Ben- Arzi, Master Medical Coach - Founder and Director of MCI

Isabella Puddu, Professional Medical Coach & Caregiver Coach



Glimmer è un termine inglese che significa "uno splendore o uno scintillio leggero e instabile".

 

E se vi dicessi che i Glimmers esistono nella nostra vita e che trovarli può regolare lo stress, può aiutarci a connetterci alle possibilità e darci un senso di calma e gioia?

Per svelare il semplice segreto della scoperta dei Glimmers nella nostra vita, dobbiamo prima capire cosa sono.

Il concetto di Glimmers fa parte della Teoria Polivagale, fondata nel 1994 dal neuroscienziato Stephen Porges. La teoria descrive come il nostro sistema nervoso analizzi costantemente e cerchi di decodificare gli eventi, i comportamenti e le situazioni delle persone, per determinare se rappresentano una minaccia.

Di fronte ad un segnale di allarme, il nostro corpo passa da una modalità simpatica ad una parasimpatica e rilascia gli ormoni dello stress. Una volta deciso come rispondere al fattore di stress, i nostri ormoni si riequilibrano e così il nostro sistema nervoso.

Questo significa che siamo in grado di modificare lo stato del nostro sistema nervoso cercando esperienze e cose che ci aiutino a sentirci sicuri, più felici e connessi, passando da uno stato disordinato e reattivo ad uno calmo e positivo.


Il termine Glimmers è stato coniato da Deb Dana, assistente sociale clinica specializzata in traumi complessi. Nel suo libro del 2018, "The Polyvagal Theory in Therapy", Dana osserva che i Glimmers sono "piccoli momenti in cui la nostra biologia si trova in un luogo di connessione o di regolazione che indica al nostro sistema nervoso di sentirsi sicuro o calmo" e "possono essere un micro-momento prevedibilmente presente nel nostro mondo".





Questo potrebbe significare che i Glimmers fungano da antidoto ai trigger?

Un trigger è qualcosa che ci fa sentire squilibrati, turbati, spaventati, sopraffatti e angosciati perché ci fa ricordare una brutta esperienza che ci è accaduta. Questo influisce sulla nostra capacità di rimanere nel presente e di connetterci alle nostre risorse.


Il concetto di Glimmers è diventato popolare dopo un video virale della psicologa Justine Grosso apparso su TikTok nel febbraio del 2022. Da allora i Glimmers sono diventati una nuova tendenza sui social media tra la GenZ.


È importante dire che i Glimmers ci sostengono. Non sostituiscono un lavoro profondo su noi stessi, ma possono aiutarci a sentirci radicati ed equilibrati e a sviluppare una resilienza che può sostenere la nostra salute mentale durante le varie sfide della vita.

Secondo Deb Dana, "si può notare un Glimmer attraverso i sensi: un odore, un sapore, la vista, un suono, il tocco di qualcosa".


Trovare un Glimmer è più facile di quanto si pensi. Basta chiedersi: cosa mi fa sentire bene e al sicuro?


I Glimmers possono sembrare piccoli e insignificanti per alcune persone, ma devono essere significativi per noi.

Sono unici e personali e portano emozioni e reazioni diverse. Sono anche considerati un flusso di energia che ci aiuta a prendere decisioni e a rispondere agli eventi.

Tutti possiamo trovare i Glimmers dentro di noi e fuori nel mondo; una volta trovati, diventano i nostri migliori amici e superpoteri.

Ecco alcuni esempi di Glimmers: accarezzare il cane, il caffè del mattino, un bagno caldo con le bolle, un drink con gli amici, una passeggiata nel parco, un film in pigiama, iniziare un nuovo libro, sfogliare un album di famiglia, un tramonto, il suono dell'acqua…

 

Possono essere utili nel coaching perché indicano una direzione, leggerezza, potere, controllo ed energia in quanto sono collegati alla nostra identità e a chi siamo.

 

I Glimmers sono anche allineati con uno dei principi del Medical Coaching: " The 2% Truth - Il 2 % di Verità".


Il 2% di verità riguarda ciò che sappiamo essere assolutamente vero su chi siamo veramente.

Nel Medical Coaching, queste verità esistono al di là delle circostanze della nostra vita e ci portano alla seguente domanda: possiamo trovare dei Glimmers in una situazione difficile e sconvolgente come una crisi medica?


Dal punto di vista del Medical Coaching, la risposta è SÌ.


Ecco alcune domande che i coach possono utilizzare per aiutare i clienti a scoprire il loro 2% di verità - i Glimmers:


-       Qual è la verità su questa situazione/emozione?

-       Cosa diventa possibile quando ti permetti di starci?

-       Cosa diventa possibile quando ti permetti di provare in modo autentico le emozioni che questa situazione suscita in te?

-       Qual è la cosa positiva che impari su di te attraverso questa esperienza?

-       Cosa diventa possibile grazie a questo apprendimento?

 

Il viaggio per scoprire i nostri Glimmers si basa su quattro principi guida:

 

1.     Una curiosità distaccata su ciò che sappiamo, su ciò che è nascosto alla nostra coscienza e su ciò che potrebbe essere possibile.

2.    Tutto ciò che ci accade può insegnarci qualcosa di buono su noi stessi.

3.     Siamo più delle circostanze della nostra vita.

4.     Non siamo i nostri pensieri, emozioni o comportamenti.

 

I Glimmers fanno quindi parte degli elementi costitutivi della nostra resilienza e della nostra salute mentale, diventando così parte integrante della nostra vita e non solo qualcosa di "bello da avere".


Comments


bottom of page